Il borgo medievale e le sue case antiche

Borgo medievale incantevole, con una veduta spettacolare sulla Val Marecchia

Petrella Guidi è un borgo antico medievale amorevolmente conservato e ristrutturato dai pochi residenti e da un gruppo di artisti e di amanti del territorio.

Con le sue case di pietra abbarbicate sotto la torre millenaria e i suoi piccoli giardini incastrati nella roccia, offre atmosfere intense ed antiche emozioni.

Petrella Guidi è la quintessenza di un Castello, ben rappresentativo di come doveva essere la stragrande maggioranza dei castelli minori nel Duecento : una torre residenziale a pianta quadrilatera ed un modesto recinto in muratura.
Quasi certamente sui due lati del recinto più lontani dalla torre si trovavano due modestissime ali residenziali, che supponiamo ospitassero la scuderia, l’alloggio dei famigliari e le scorte (di legna, viveri ed altri materiali).

Nella corte resta la cisterna per l’acqua piovana. L’ingresso è ridotto all’essenziale, un semplice portone a due battenti privo di saracinesca e ponte levatoio.
Del probabile fossato non si vede traccia, né pare sia stato ricercato nel corso degli ultimi interventi.

Petrella Guidi
era uno dei tredici castelli del vicariato di Sant’Agata Feltria, ed ha origini antichissime.

Il Borgo è caratterizzato da case altissime in pietra bianca antica, unite fra loro in una serie irregolare. Le circondano  vicoli stretti in ciottolato con accanto caratteristici forni. La località si trova sull’acclivio destro (578m slm) del fiume Marecchia,
quasi di fronte a Pennabilli.

Il borgo, ancora racchiuso dalla sua cinta muraria, è miracolosamente giunto a noi quasi intatto. Molto suggestiva la porta d’ingresso dalla quale si accede al nucleocentrale dove troviamo alcune abitazioni private, una chiesa ed una torre recentemente ristrutturata. A lato della chiesa piazzale con ampio panorama sulla valle del Marecchia. La popolazione locale è limitata a poche unità, residenti in edifici fuori dalle mura.

L’arco in pietra bianca rappresenta la porta d’ingresso al paese , su cui sono murati alcuni gloriosi stemmi: Malatesta , Faggiola e Santa Sede. Dall’alto delle mura della Torre è possibile ammirare un paesaggio di rara bellezza, che permette al viaggiatore di spaziare sull’intero territorio della Valmarecchia, dal mare Adriatico ai monti Toscani. A ridosso della torre troviamo la chiesa S. Apollinare dove all’interno possiamo ammirare il suo affresco miracoloso della Vergine e la torre. 
Petrella Guidi è uno dei luoghi più belli della Valmarecchia, conservando intatti i lineamenti e le architetture medievali

In evidenza:

La casa di Milly

La “Casa della Luna” è una dimora con ingresso e giardino indipendenti, inserita in questo magico contesto ed è interamente a disposizione degli ospiti, e volendo potrete godere della prima colazione preparata da “Milly”, la dolce e premurosa proprietaria.

La casa del sole e della luna

La Casa del Conte

In via eccezzionale e solo per alcuni periodi dell’anno può essere disponibile all’accoglienza “La Casa del Conte”. Situata nella struttura dell’antico castello è articolata su 4 piani e unisce alla sobria bellezza dei suoi ambienti una splendida vista sulla valle e sui borghi vicini.

Il “Quasi Orto”

E’ il giardino del Maestro Antonio Saliola, il pittore dei giardini dei sogni. Ma chiamarlo “giardino” è alquanto riduttivo, infatti tra scalette e terazzi si snoda una passeggiata in otto quadri viventi, ovvero otto stanze cosi nominate:
la stanza della Pittura, dell’Accoglienza, dell’Orto, del Giardino dei Bossi, della Cortesia, del Comignolo e al culmine la stanza del Paesaggio.
Nel “Quasi Orto” regna il silenzio e la ritrovata serenità infantile dove ogni visitatore sente ad ogni passo il racconto di una favola.

Il quasi orto di Antonio Saliola